La Storia

LA STORIA DI BRUNELLI MOBILI

Agli inizi del secolo scorso, il giovane Francesco Brunelli, entra nella bottega artigiana del padre e comincia ad imparare il mestiere di ebanista a Foligno. Durante la guerra mondiale è impegnato come falegname nella fabbrica di armi nel bresciano. Tornato a Foligno, nell’immediato dopoguerra, riprende il suo lavoro di Falegname e, nel frattempo, apre un negozio di mobili nel centro della città, coadiuvato dalla moglie e dai figli più grandi. Qui si vendono sia i prodotti della bottega artigiana che i mobili acquistati essenzialmente in Brianza.

La II guerra mondiale impone un altro arresto dell’attività, ma con la nuova era di pace, i figli di Francesco, ormai maturi lasciano la bottega artigiana per aprire un’attività industriale in un grande stabilimento nella periferia della città.

PALAZZO BRUNELLI MOBILI

Il nuovo e più grande insediamento verrà inaugurato negli anni ’60, nell’adiacente comune di Trevi; a tale insediamento seguirà un grande palazzo di 10 piani, adibito ad esposizione di mobili che è, a tutt’oggi, il simbolo della nostra azienda. Il nostro presente ed il nostro futuro, si convogliano unitamente in un unico centro poliedrico quale il “Centro Commerciale Piazza Umbra“, che sviluppatosi a fianco del Palazzo Brunelli, costituisce una grande realtà della nostra regione.